Inventata la birra artigianale istantanea: il problema resta l’alcol liofilizzato

Hai capito i danesi? Quella storica e immortale vittoria ai campionati europei di calcio (era il 1992) è ormai preistoria… e per riconquistare i riflettori a livello internazionale, almeno in campo birrario, Emil Jensen e Tore Gynther, fondatori di To Øl brewery, hanno inventato e deciso di commercializzare la prima birra artigianale istantanea.

birra artigianale istantanea: marchio to ol brewery

Insomma, svuoti la provetta di polverina nel bicchiere, aggiungi l’acqua e il gioco è fatto. Quanto l’intruglio sia bevibile non lo sappiamo, ma i titolari del birrificio danese assicurano che il processo di liofilizzazione conservi inalterati gli ingredienti.

Il problema, almeno da un punto di vista legale, è l’alcol. Che si può anch’esso liofilizzare, pare, ma che non tutte le normative internazionali hanno ancora sdoganato. Insomma, più facile d’ora in poi farsi una birra in posti dove normalmente non la porteresti, ma… analcolica.

Written By

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *