Quella volta in cui una birra salvò un aereo dirottato

Salvare un aereo di linea da un dirottamento… con una birra.

Sembra incredibile, ma è accaduto veramente. E per di più, non in una delle tante “zone calde” sparse qua e là per il pianeta, ma nella civilissima Norvegia.

Correva l’anno 1985 ed erano ancora lontane anni luce le paure odierne legate al terrorismo internazionale. Un passeggero di un volo interno da Trondheim alla capitale Oslo, a metà traversata, estrasse una pistola che era incredibilmente riuscito a portare a bordo, riuscendo quindi a tenere in scacco l’equipaggio e altri 120 passegeri.

dirottatore norvegese arrestato grazie a una birra

Nessuna rivendicazione economica o religiosa: semplicemente il dirottatore, di soli 24 anni, voleva parlare con il Ministro della Giustizia e il Primo Ministro della Norvegia d’allora, Mona Rokke e Kare Willoch. Di cosa? Delle cattive condizioni delle patrie galere.

Già, perché, nonostante la giovane età, l’improvvisato “terrorista” era già stato in carcere e non s’era esattamente trovato… a suo agio. Da qui l’irrefrenabile bisogno di esporre le proprie lamentele ai massimi vertici dello Stato, i quali si sono naturalmente ben guardati dal soddisfare la richiesta.

L’ex detenuto è arrivato a Oslo in condizioni pietose. Probabilmente per darsi coraggio, non ha fatto altro che bere birra per tutto il viaggio, mentre teneva sotto tiro il resto dell’aereo. Il velivolo, una volta atterrato, è stato circondato dalle forze speciali. Ma, bevi e bevi, il dirottatore nel frattempo aveva esaurito tutta la scorta di birra dell’aereo, così, ai negoziatori della Polizia, è riuscito a formulare una sola specifica richiesta… altra birra!

E qui è entrato in gioco l’istinto del negoziatore della Polizia che al 24enne ha fatto una proposta semplice semplice: ti do altra birra in cambio della tua pistola. E incredibilmente quello, probabilmente ormai esausto, ha accettato di buon grado. Per poi tornare dietro le sbarre… quasi certamente lamentandosi di nuovo delle cattive condizioni detentive della civilissima Norvegia.

Written By

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *